E Anima, principio di autorganizzazione della materia vivente e non, sciogliendosi dal proprio inizio ,cercava attraverso le stelle, galassie, universi incontaminati, il senso del suo andare, il motivo del suo esistere poiché l'essere se stessa non le bastava per affermare il perché della vita, il valore di quell'immenso che le toccava, di quei granelli d'acqua pura che come luminose comete le scivolavano fra le dita: "L'Eterno è presente - pensava- eppure come un padre, non si pensa quando ama il crearsi della vita!"
Francesco Palmirotta
  • 25 feb 2013 /  News

    indexCosì cita l’Art. 32 della Costituzione Italiana. Sono un genitore, un educatore, un formatore uno psicoterapeuta che ha risolto casi clinici difficili ad eziologia non solo psichica ma anche somatica organica ma soprattutto sono un filosofo, un libero pensatore!!
    Bisogna riproporre nelle coscienze umane il senso dell’essere, la categoria filosofica pedagogica scientifica e artistica sociale ed ecosistemica dell’essere …di quale essere ? Dell’essere terra dell’essere acqua come componente biochimica viva dell’essere umano e di ogni vita sulla terra. Questa è ontosofia: questo sapere autorganizzativo dell’ecosistema nella dimensione biologica chimica fisica e quindi psichica. Alla base dell’autopoiesi di maturana e varela nobel prize e del DNA watson e Crick scoperta sostenuta da Schrodinger
    Il senso reale dell’essere da Parmenide, Pitagora, Ippocrate all’acqua come purezza di sorgente necessaria per la salute umana ed ecosistemica. È su questa innata capacità che interviene il principio di OP creando le condizioni affinchè l’intenzionalità ontopoietica, realizzi nell’organismo l’informazione di sana crescita psicobiologia, il terapeuta, musicoterapeuta o psicoterapeuta è un tramite tra l’informazione ed il paziente.Oggi tutte le energie vengono riversate in un evento detto “ progresso” che sembra autogestirsi, che è irrefrenabile ma non si compren de bene la direzione verso cui corre. Diventa l’ovvia giustificazione a qualunque dubbio si possa avere sulla giustezza di un’azione. La scissione psiche corpo si fa sempre più netta ed il corpo diventa meccanismo della mente. L’Anima, l’Essenza dell’Uomo, poiché è non tangibile, non misurabile, non catalogabile viene annichilita e ridicolizzata perché considerata inconsistente. Dei dolori e dei crimini psichici non si ha traccia, perché non si possono radiografare. Gli si dà importanza soltanto quando, degenerati, vengono trasformati ( perché così è, vengono trasformati da un insieme di fattori appartenenti ad un sistema che ha le fondamenta sbagliate) in malattie mentali e passate d’ufficio allo psichiatra. L’uomo è stato privato del diritto ad avere la sua psiche sana in un corpo sano.
    E questo lo dicono i fatti, il numero di persone che soffrono di disturbi psichici o psicosomatici aumenta in modo esponenziale e questi disturbi cominciano fin dalla più giovane età. Parte della medicina ha addirittura tradito se stessa, rinnegando le sue origini, dimenticando la antica concezione olistica dell’uomo, di come era la psiche il soffio vitale animante l’uomo, spingendosi sempre oltre nel suo riduzionismo. Si abbracciano i principi delle filosofie orientali, ( ottime per l’oriente, ma non per l’uomo occidentale se non come secondo approccio, infatti non a caso si svilupparono lì) e non si conosce l’origine della corrente occidentale. Fortunatamente non sempre. Ma di fatto viene celata e negata all’Essere umano la possibilità di stare bene con le sue sole forze.
    L’ eccessiva vivacità dei bambini ( che ormai se non si trovano a scuola si trovano davanti al computer o alla TV ) la loro giovane ed primaverile energia che non hanno modo di incanalare in attività creative, sport, attività sociali, viene “catalogata” come ADHD              ( disturbo dell’attenzione e dell’iperattività) e curata con farmaci che provocano la morte entro 10 anni dall’assunzione. E tutto questo è legale ed è anche dichiarato nei bugiardini dei farmaci! Questo perché il ritmo frenetico non dà più il tempo di arrivare a scoprire la causa che porta l’insorgere di determinate dinamiche. Le soluzioni di comodo che mirano a sedare i sintomi credendo di eliminare la malattia. È come dire che se un cadavere è ben occultato e non verrà alla luce, non è stato commesso alcun omicidio.
    Responsabili sono anche tutti quei sistemi che detengono, classificano, etichettano la diversità, l’aberrazione, la cronicità di qualunque male senza indagarne il perché e l’itinerario che ha costruito la deficienza civile o creativa, la logica del dissenso e dell’incongruita, la catena dell’antisocialista e della perversione. L’effetto viene punito, ghettizzato, incarcerato, ospedalizzato perché non c’è tempo per ricostruire tutto quel percorso che l’alienazione ha fatto in quell’individuo o nella collettività, ma soprattutto perché quella deve restare invisibile, sconosciuta, incurabile: il diavolo deve esistere per giustificare il latrocinio degli amministratori del santo e del giusto; e la malattia deve esistere per sostenere il business del farmaco e l’inquinamento quello dell’antinatura umana.

    Ecco la medicina che tradisce se stessa:
    Scegliero’ il regime per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio
    Mi asterrò dal recar danno e offesa. Non somministrerò ad alcuno, neppure se richiesto, un farmaco mortale
    e non prenderò mai un’ iniziativa del genere;
    Non opererò neppure chi soffre di mal della pietra, ma cederò il posto a chi è esperto di questa pratica. In tutte le case che visiterò entrerò per il bene dei malati, astenendomi ad ogni offesa e da ogni danno volontario
    Se adempirò a questo giuramento e non lo tradirò, possa io godere dei frutti della vita e dell’ arte, stimato in perpetuo da tutti gli uomini; se lo trasgredirò e spergiurerò, possa toccarmi tutto il contrario. [ Giuramento di Ippocrate ]

    Posted by Francesco @ 06:47

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.