E Anima, principio di autorganizzazione della materia vivente e non, sciogliendosi dal proprio inizio ,cercava attraverso le stelle, galassie, universi incontaminati, il senso del suo andare, il motivo del suo esistere poiché l'essere se stessa non le bastava per affermare il perché della vita, il valore di quell'immenso che le toccava, di quei granelli d'acqua pura che come luminose comete le scivolavano fra le dita: "L'Eterno è presente - pensava- eppure come un padre, non si pensa quando ama il crearsi della vita!"
Francesco Palmirotta
  • 25 mar 2013 /  News

    Esiste una sorta di distruttività gratuita e deficiente operata attraverso poteri locali o globali da menti immature e infantili  , malate di una sociopsicopatia accuratamente celata in immagini formali di nobiltà, cultura, arte, scienza o amore per la terra , gli animali e per l’umanità sofferente…una cruda e sottile distruttività sottocodice, legata ai soldi e a tutto ciò che materializza e svilisce l’essere umano…una distruttività che si evidenzia e si autodenuncia dal non saper accettare l’autentico cambiamento, la comunità sostenibile  delle esperienze radicali sul territorio,  la proposta semplice continua quotidiana della pace-armonia tra le specie viventi , la capacità di dialogo sincero e democratico tra le menti, l’espressione unica del bambino, dell’anziano, del diverso quando alzano il dito chiedendo di dire la propria, che non sa motivare i giovani alla creatività e li penalizza nell’autorealizzazione felice, …una distruttività gestita da un sistema alienante , dentro alcuni individui alienati che non hanno il coraggio di gridarla perché soffocati dentro dalla stessa e la devono far pagare subdolamente ai buoni , ai veri umani amanti della propria terra…una distruttività che ha bisogno di tramare nell’ombra, di non essere scoperta nel confronto a viso aperto perché non ha la ragione vitale per sostenerlo, …una distruttività che in nome del niente , mira solo a distruggere il senso e l’esperienza della vita in sè per non essere distrutta perché in realtà una tale distruttività non esiste per distruggere una casa o una fattoria al fine di costruirne una nuova più bella e funzionale, …quella tale distruttività  esiste per distruggere e basta fino a consumarsi nel distruggersi da sola!
    Il vero umano invece lo riconosci perché fa salute e armonia tra mille difficoltà ed è in grado di radicare gioia insieme agli alberi e all’insalata, sa giocare con le farfalle, gli uccelli , i cavalli e i bimbi monelli, sa zappare, cucinare , scrivere, filosofare, sognare e dipingere ogni volta ricreando la libertà intorno e il significato di ogni granello di vita nella materia e nell’aria o laddove la visione è aprica nell’anima che non si vede!

    Sono agnostico credente
     Sono ateo sapiente
     e son venuto qua per raccogliere
     da bambino, vecchio impertinente
     Ogni prova dell'oltre esistente
     Affinché la vita qui possa volere...
      fare, d'ogni credo che ha potere ,
     Nelle case, strade, della gente, 
     Solo la verità se dio è o è niente!
     Non ti affannare tu credente
     Non voglio usurpar libertà di mente
     Nè aggiogar a teoria deficiente,
      prove darò per chi si vuol cosciente,
     Botte tante al dogma incoerente
     Di realtà e d'anima carente
     Io sono e sarò per primo prova 
     di gravità il fin che al tutto muova
    
    

     

    Posted by Francesco @ 07:46

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.