la crisi

La crisi che deve ancora venire è quella delle coscienze:
quando tutti quelli che hanno creato l’inquinamento delle acque,degli alimenti, dei vestiti,delle relazioni umane del rapporto con la natura , con gli animali, con le piante, del senso del lavoro, del senso del divino qui adesso e oltre la vita individuale ,mistificando il senso della storia dei popoli,mescolando l’inquinamento dell’aria con quello degli organi degli esseri umani…. quando quei personaggi ,quei governanti , quei ministri religiosi e laici avranno i risultati di tutto il loro inquinamento e si chiederanno:” ma chi me l’ha fatto fare? ma perché ho fatto questo?”… Si troveranno di fronte alla propria coscienza soli !…. prima dell’imminente morte di essa stessa, e percepiranno di aver bruciato il senso di molte vite oltre che della propria esistenza! Allora con tutti i risultati delle analisi tecnologiche che denunceranno la loro insipienza, la loro incapacità nell’amministrare il bene del diritto e della cosa pubblica, la loro deficienza mentale,la loro schizofrenia dalla terra ,dall’ambiente, dalla saggezza del pianeta e dell’ecosistema,…. sapranno di non aver saputo amare il dono della terra ,della vita che fu loro concesso e, sapranno di non essere amati per il danno irreparabile che avranno perpetrato….
e torneranno senza pace a mescolarsi nella materia senza piu tempo per essere vivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *